25° CONVEGNO NAZIONALE PREPOS e CAVALIERI DI SAN VALENTINO
Sabato 10 e domenica 11 febbraio 2018
Roma, Fondazione IL FARO, via Virginia Agnelli 21

 

L’immagine il “Vascello degli Ipocriti” è la rielaborazione grafica di una scultura dell’artista Vincenzo Masini

Il 25° Convegno Nazionale PREPOS affronta il tema dell’ipocrisia, discusso nell’articolo di Vincenzo Masini,  SMASCHERARE L’IPOCRISIA e lanciato alla conclusione del precedente convegno con l’obiettivo di far crescere un sistema sociale libero, facendo saltare i tappi dell’ipocrisia costruiti dalla struttura burocratica del potere.

In questa parabola discendente dello stato hegeliano e della crisi senza uscita del welfare state siamo alla fine di un’epoca. La nuova web society gestita da 200 multinazionali rappresenta la realizzazione di una superclass delle élites che porta a compimento quanto è stato progettato negli incontri di Bildelberg e della Trilateral.

La superclass sta organizzando il suo dominio attraverso i metodi di persuasione della ” finestra di Overton”, ovvero attraverso la trasformazione di ciò che non era socialmente accettato ed accettabile in norma legalizzata: la globalizzazione, le migrazioni di massa, la teoria del gender, il condizionamento mentale, la promozione della cultura delle droghe, l’ipocrisia, l’immigrazione forzata, il privilegio, il politically correct, la disuguaglianza mediante clientelismi di appartenenza, le guerre, gli stermini, lo spiritualismo senza fede in Dio, la magia, l’esoterismo, e, in prospettiva, l’accettazione del relativismo sessuale e della pedofilia, ecc.

Questi macroprocessi sociopolitici incidono sulla vita relazionale quotidiana delle persone non solo dal punto di vista socioeconomico ma anche attraverso il relativismo delle idee e dei processi educativi che crea disorientamento e mancanza di valori di riferimento.

La comprensione del contagio generato dall’ipocrisia è indispensabile per la formazione alla autenticità della relazione umana e per l’evoluzione positiva delle microrelazioni che, se salvaguardate, potranno attraversare indenni il marasma di confusione della nuova web society, indipendentemente dalla manipolazione globalizzata ma con un occhio attento a dove i relativismi culturali possono condurre l’umanità.

E’ difficile dire quanto le trasformazioni in corso scardineranno gli archetipi relazionali costruiti nei millenni di storia dell’umanità. Nei precedenti tre convegni ci siamo dedicati allo studio ed al superamento delle ambivalenze degli archetipi del paterno, del fraterno e del materno. Punti di riferimento indispensabili per la trasmissione della cultura e della civiltà umana.

Lucca, Settembre 2017

Vincenzo Masini

 

PROGRAMMA DEL CONVEGNO

SCHEDA D’ISCRIZIONE AL CONVEGNO

COME ARRIVARE

DOVE DORMIRE